Consumers perception of nanotechnologies in the Italian wine sector

La ricerca sulla percezione dell’impiego delle nanotecnologie nei diversi settori industriali ha importanti riflessi in termini economici e politici; nel settore agroalimentare esistono numerosi dibattiti sull’impiego delle nanotecnologie: la regolamentazione normativa è oggetto di discussione da parte di scienziati e comitati tecnici; anche l’opinione pubblica avrà un ruolo determinante in questo processo. Obiettivo del presente lavoro è di esaminare l’accettazione delle’uso delle nanotecnologie nei consumatori di vino; l’indagine è stata effettuata su un campione di consumatori abruzzesi ed utilizzando come prodotto di riferimento la più importante denominazione di origine a livello regionale, il Montepulciano d’Abruzzo Doc. Il settore vitivinicolo abruzzese è stato preso come interessante modello, perché radicato nella tradizione e costretto a confrontarsi con il dualismo “tradizione - innovazione tecnologica” legato alle possibili applicazioni nano-tecnologiche. Per questo motivo sono stati analizzati attributi legati al metodo di produzione (tradizionale o attraverso l’applicazione delle nanotecnologie) e attributi del prodotto quali il contenuto alcolico, il contenuto calorico e il contenuto di solfiti, che mettono in gioco gli aspetti salutistici del prodotto ma anche quelli edonistici e di “naturalità”. Lo studio ha analizzato le preferenze dei consumatori, applicando la tecnica della conjoint analysis, e tentato di classificare i consumatori di vino in base alle attitudini verso l’uso delle nanotecnologie attraverso una regressione logistica. Sono state considerate sia le attitudini verso le nanotecnologie sia le abitudini di consumo


Issue Date:
2012
Publication Type:
Conference Paper/ Presentation
PURL Identifier:
http://purl.umn.edu/124120
Total Pages:
19
JEL Codes:
Q 13




 Record created 2017-04-01, last modified 2017-08-26

Fulltext:
Download fulltext
PDF

Rate this document:

Rate this document:
1
2
3
 
(Not yet reviewed)